Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati usano cookie tecnici proprietari e analitici che migliorano la navigazione e il funzionamento del sito. Il sito utilizza anche cookie di profilazione per offrirVi una navigazione personalizzata sulla base dei Vostri interessi. Se volete saperne di più consultate la Informativa Cookie nella sezione dedicata. Cliccando su Accetto, acconsentite all’uso dei cookie.

6 consigli per i professionisti HR che lavorano in remoto

Remote HR

A causa della crisi sanitaria globale, l’88% delle imprese ha dovuto adottare una modalità di lavoro a distanza.

Un cambiamento importante per il personale HR, che tra i suoi compiti più rilevanti ha quello di assicurarsi che il personale lavori in maniera efficiente sotto qualunque circostanza.

Ma i professionisti HR non devono dimenticarsi di badare anche a se stessi.

Ecco alcuni consigli per mantenere la serenità e aumentare la produttività lavorando da remoto.


Stabilisci dei confini ben precisi

Lavorare da casa non vuol dire lavorare di più. Stabilisci un orario di lavoro coerente con le attività da svolgere e rispettalo: esagerare vuol dire correre il rischio di un esaurimento. Una volta conclusa la giornata lavorativa, disconnettiti completamente e concentrati sulla tua vita privata.

Sappiamo che è più facile a dirsi che a farsi. In quanto HR sarai visto anche come il coach o il consigliere dell’azienda e avrai il compito – emotivamente impegnativo – di cercare di rivolvere problemi e richieste di tante persone.

Ma se una sera ti senti al limite, non aver paura di rimandare con gentilezza ogni richiesta dell’ultimo minuto.


Nel dubbio, comunicare di più

Comunicazione e coordinamento sono più importanti che mai in un periodo in cui dobbiamo rinunciare a incontri e riunioni de visu.

La distanza non è una scusa valida per farsi trovare impreparato.

Indaga a fondo ogni questione, ponendo tutte le domande che ritieni necessarie e chiarendoti ogni dubbio per evitare di basarti su supposizioni. Si lavora meglio e più velocemente quando si è certi di tutti i dettagli.

Da professionista HR che si prende cura del personale tutto questo è ancora più necessario, specialmente quando vieni chiamato a dirimere una controversia di natura lavorativa. Di certo, non vorrai essere in possesso delle informazioni sbagliate.


Non dimenticare di prenderti cura anche di te stesso

Privo dell’interazione fisica con i colleghi, il lavoro a distanza può diventare estenuante e solitario.

Sentire regolarmente i colleghi attraverso meeting su Zoom o messaggi su Telegram e WhatsApp può aiutarli a sentirsi “accuditi” e può aumentare la loro produttività.

Non dimenticare, però, di rivolgere la stessa attenzione anche a te stesso. Prenditi alcuni minuti per controllare il tuo stato di salute – mentale e fisica – ponendoti le stesse domande che rivolgi agli altri dipendenti. Se ti rendi conto di non stare bene, puoi metterti in contatto con i colleghi del dipartimento HR per supporto.


Mantieniti in salute e attivo

L’attività fisica fa molto bene al nostro corpo ma giova tantissimo anche alla produttività, dato che affina la concentrazione e la memoria. Migliora anche la creatività e la resistenza mentale, per cui ti stancherai meno lavorando.

Tuttavia, fare esercizio fisico può essere molto difficile quando devi rimanere tutto il giorno seduto alla tua scrivania. Se hai difficoltà a ricavare del tempo per allenarti, puoi optare per una bici da scrivania per fare un po’ di moto mentre lavori ed evitare uno stile di vita troppo sedentario.

Se stai pensando di allestire una postazione per lavorare in piedi – una standing desk – potresti prendere anche una tavola propriocettiva per stimolare i muscoli della parte inferiore del corpo.


Prenditi delle pause

Se ti capita di andare in affanno mentre lavori, la prima cosa da fare è prendersi una pausa.

I break permettono al tuo cervello di respirare e riposare dopo diverse ore di concentrazione. Così rilassi la mente e riduci lo stress.

Durante le pause, alzati e fai dello stretching o cammina per casa anche solo per qualche momento. Potrebbe non sembrare un grande aiuto, ma serve a spezzare la routine e cambiare ritmo.


Sfrutta la tecnologia

Fogli Excel e documenti cartacei non sono un supporto adeguato per gestire i processi HR in ufficio e lo sono ancora meno lavorando da casa.

Un sistema HRM – Human Resources Management – invece ha una serie di funzionalità che possono aiutare il dipartimento HR a gestire candidati e dipendenti nonostante la distanza.

Alcuni sistemi HR si concentrano su singoli processi, come Manatal per il recruiting e iFlow per il tracciamento delle ore lavorate, ma ce ne sono altri che possono aiutarti a gestire più processi HR senza fare troppa fatica.

Altamira HRM, per esempio, è una piattaforma HR completa e facile da usare che ti supporta in tutte le principali attività di gestione delle Risorse Umane. Può anche essere integrata ad altri gestionali aziendali, software paghe e finanziari, CRM, ERP ecc.


Articolo a cura di Rosy James




Credito fotografico: ©fizkes/Adobe Stock

Post correlati

Iscriviti al nostro Blog

Ricevi via email i nostri articoli sul mondo delle Risorse Umane, una volta al mese.

 
Leggi l’informativa sul trattamento dei dati personali