Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati usano cookie tecnici proprietari e analitici che migliorano la navigazione e il funzionamento del sito. Il sito utilizza anche cookie di profilazione per offrirVi una navigazione personalizzata sulla base dei Vostri interessi. Se volete saperne di più consultate la Informativa Cookie nella sezione dedicata. Cliccando su Accetto, acconsentite all’uso dei cookie.

I trend HR che domineranno il 2020: analisi di 12 articoli

HR Trends 2020

Con l’avvicinarsi delle feste natalizie, fioccano le previsioni su quali trend caratterizzeranno il settore HR nel 2020.

Per fare un po’ d’ordine tra le molteplici voci abbiamo analizzato i trend pronosticati da 12 articoli autorevoli, stilando una classifica di quelli più popolari. Per ogni tendenza, abbiamo indicato tra parentesi quanti articoli l’hanno promossa.

Se vuoi approfondire ulteriormente il tema, prosegui la lettura oltre la classifica: troverai una sintesi delle 12 fonti che abbiamo analizzato.


I 18 principali trend HR per il 2020

  1. AI e automazione (10). Il 2020, perlomeno negli USA, sarà probabilmente l’anno della consacrazione per l’Intelligenza artificiale applicata alla gestione delle risorse umane. Fin qui implementata soprattutto nel mondo del recruiting, l’AI farà la sua comparsa anche in altri processi HR, automatizzando attività a scarso valore aggiunto e velocizzando i processi decisionali.
  2. Cambia il ruolo dell’HR, più strategico e specializzato (8). Il dipartimento HR del futuro, non dovendosi più occupare di molti task ripetitivi, potrà concentrarsi maggiormente sulla strategia e diventare un vero e proprio partner per il management. Ci sarà un aumento della specializzazione e un rinnovo delle competenze (pensiamo agli HR Analytics), che vedrà come conseguenza la progressiva scomparsa della figura dell’HR Generalist.


  3. Flessibilità e organizzazione (8). La flessibilità è un paradigma che verrà applicato a tutta l’azienda. Non solo nella modalità di lavoro – con un crescente ricorso al telelavoro e allo smart working – ma anche a livello di organigramma, meno verticale e più orizzontale e fluido. Un cambiamento indispensabile per affrontare un mondo VUCA (caratterizzato, secondo l’acronimo, da Volatility, Uncertainty, Complexity e Ambiguity). Cambieranno anche lo stile di leadership e la tecnologia, che sarà più flessibile e pervasiva.
  4. HR Analytics (8). Uno dei trend 2020 più ricorrente negli articoli analizzati è la consacrazione degli HR Analytics come strumento per migliorare la qualità del lavoro. Le statistiche ricavate e tracciate diventeranno sempre più sofisticate e verranno gestite da un team in-house invece che essere esternalizzate. Non a caso, stando a una ricerca condotta da LinkedIn, sempre più professionisti delle risorse umane annoverano i People Analytics tra le proprie competenze.
  5. gap competenze su Altamira Performance
    Un esempio di report dedicato all’analisi delle competenze del personale, tratto da Altamira Performance.

  6. Tra Experience ed Engagement (7). Che lo definiscano Employee Experience o Engagement dei dipendenti, nel 2020 le migliori imprese si impegneranno a curare ogni touch point tra dipendente e azienda nel minimo dettaglio. Lo faranno mediante piani di carriera, programmi di benessere, attenzione alla diversity e sistemi premianti ma anche software HR interattivi, facili da usare e trasparenti. L’attenzione per i dipendenti verrà premiata con un aumento della retention e un miglioramento dell’employer branding. Da segnalare, inoltre, come il rapporto con il dipendente dovrà essere sempre più personalizzato sulle sue caratteristiche e aspettative.
  7. Reskilling (6). Per far fronte ai cambiamenti rapidi nel mondo del lavoro causati dalla digitalizzazione sarà necessario aggiornare o – a volte – stravolgere le competenze dei dipendenti per far sì che non diventino obsolete. Un grosso aiuto verrà dalle nuove tecnologie e dalla possibilità di erogare contenuti formativi in digitale anche su mobile.
  8. Team di lavoro globali (5). La globalizzazione e gli strumenti di collaborazione digitale moderni consentiranno alle aziende di assumere talenti ovunque nel mondo. Ciò vuol dire, per l’ufficio HR, dover attrarre e gestire una forza lavoro profondamente eterogenea, sviluppando nuove strategie e processi. Non cambierà, infatti, solo la sede di lavoro, ma anche gli orari, la tipologia di contratto, la natura del rapporto di collaborazione, investendo temi come l’engagement, la retribuzione, la leadership ecc.
  9. AR & VR (3). La Realtà Virtuale e quella Aumentata avranno ancora più spazio nel 2020 e non solo nella formazione. Tra i possibili nuovi impieghi anche l’onboarding e la comunicazione interna.
  10. Benessere dei dipendenti (3). I programmi di wellness offerti dalle aziende ai propri dipendenti diventeranno sempre più ricchi e articolati e potranno includere anche assistenza psicologica.
  11. Employer Branding (3). Se a livello globale nel 2020 si tende a dare per scontato l’employer branding, in Italia è ancora un trend HR molto caldo. Le Risorse Umane dovranno collaborare con il marketing nell’ideazione di campagne che promuovano il brand anche come datore di lavoro.
  12. career site Altamira
    Un career site professionale è il punto di partenza per qualsiasi strategia di employer branding: ecco il template associato all’ATS Altamira Recruiting.

  13. Generazioni a confronto (3). Nel 2020 in molti uffici coesisteranno ben 5 generazioni di lavoratori, con i millennials che costituiranno la percentuale più ampia e la generazione Z che aumenterà rapidamente la propria presenza. Uno dei compiti più difficili per il dipartimento HR sarà proprio far coesistere persone con mentalità, abitudini e aspettative molto diverse tra loro.
  14. Nuovi strumenti di comunicazione interna, immediati e trasparenti (3). Le catene di email e altri strumenti di comunicazione tradizionali saranno sostituiti da tool più agili, diretti e in real time. Alcune aziende decideranno di utilizzare internamente i social network più diffusi e app come WhatsApp, mentre altre adotteranno software appositi come Slack.
  15. Outsourcing HR (3). Il team HR interno diventerà più piccolo e specializzato, mentre molte attività saranno date in outsourcing a società esterne.
  16. Chatbot per l’HR (2). Dopo la sperimentazione legata soprattutto al recruiting, si inizierà a testare i chatbot anche nella gestione dei dipendenti, a partire dal processo di onboarding.
  17. Corporate Environmental Responsibility (2). Le aziende daranno sempre più attenzione all’ambiente e sarà compito dell’ufficio HR stimolare la sensibilità del personale sul tema, per esempio incoraggiando il riciclo o eliminando la plastica monouso dall’ufficio. Le aziende non penseranno solo al profitto ma anche al proprio ruolo nella società, nell’ecosistema e nel contesto locale.
  18. Gamification (2). Dopo essere state applicate prevalentemente al recruting (senza però diventare un fenomeno diffuso), nel 2020 le logiche di gamification verranno adottate anche nella formazione, nella comunicazione interna e nella mappatura delle competenze.
  19. Gig economy (2). Nel 2020 continuerà la crescita di questo fenomeno. Le aziende saranno sempre meno costituite da lavoratori dipendenti e avranno sempre più la necessità di integrare figure esterne nei propri processi.
  20. Team development (2). Manager e responsabili HR si focalizzeranno più sullo sviluppo di team in grado di lavorare in maniera efficiente e coordinata che sui singoli individui.

Le fonti in sintesi: 12 articoli sugli HR trend 2020



Atrivity blog

Nel 2020, il dipartimento HR dovrà guidare l’azienda in un mondo in piena trasformazione digitale. Tra i suoi compiti non solo l’adozione di nuovi processi e tecnologie digitali, ma anche la selezione del talento giusto per fornire l’azienda di tutte le skill digitali necessarie. Ecco i 7 trend HR che dovrà affrontare.

  • Transversal work teams and marketing strategies to attract talent. Nelle aziende si formeranno sempre più team trasversali che sfrutteranno la flessibilità e lo smart working per raggiungere risultati migliori. HR e Marketing dovranno collaborare e trovare la giusta strategia per attrarre i talenti migliori.
  • Transparent and immediate internal communication tools. Metodi di comunicazione più tradizionali saranno abbandonati in favore di nuovi strumenti più agili e diretti e, soprattutto, in real time.
  • Automation in the recruitment processes and certain HR tasks. L’automazione non sarà più un’esclusiva industriale. Alcuni processi di recruiting e di gestione delle risorse umane saranno delegati alle macchine, liberando tempo e risorse per attività più strategiche.
  • Gamification. Dopo essere stata adottata principalmente nel recruiting, la logica della gamification verrà applicata anche alla formazione e alla comunicazione interna.
  • Employer Branding: the big challenge. L’Employer Branding non è certo un trend HR nuovo, ma fa piacere notare come sia praticato da sempre più aziende, non necessariamente di grosse dimensioni. Segnaliamo, per il mercato italiano, l’arrivo di Glassdoor.
  • Diversification of the workforce. Nello stesso ambiente coesisteranno sempre più stagisti e consulenti, “veterani” e lavoratori a distanza, accumunati dallo stesso scopo: conseguire gli obiettivi di business. All’ufficio HR l’arduo compito di rispondere alle diverse esigenze e mantenere alta la motivazione di tutti.
  • People Analytics – the effective use of Big Data. I people analytics serviranno a valutare le prestazioni dei dipendenti e a capire quali aspetti influenzano la loro produttività e motivazione.

Leggi l’articolo completo.


BW Businessworld

A cosa deve fare attenzione l’ufficio HR nel 2020? Secondo lo staff di BW Businessworld, principalmente a queste 8 tendenze.

  • AI. Il passaggio a sistemi basati su intelligenza artificiale velocizzerà molti processi decisionali del dipartimento HR.
  • Analytics. L’utilizzo dei dati nel settore HR raggiungerà i livelli presenti nel Marketing. L’attività sarà gestita da team interni con le opportune competenze e non più esternalizzata.
  • Workforce planning. Le aziende dovranno abituarsi a gestire una forza lavoro quando mai eterogenea, con lavoratori dipendenti e indipendenti, part-time e full-time, che lavorano in sede o da remoto ecc. Questa eterogeneità solleva una serie di questioni legate a engagement, retribuzione, leadership ecc. a cui le Risorse Umane dovranno dare risposte.
  • Organizational Design. La maggior parte delle aziende adottano la stessa struttura da anni. In un mondo profondamente VUCA (caratterizzato, secondo l’acronimo, da Volatility, Uncertainty, Complexity e Ambiguity), le aziende dovranno ridisegnare la loro organizzazione in maniera più flessibile.
  • Reskilling. La tecnologia sconvolgerà un gran numero di lavori. Per questo occorre giocare d’anticipo e attuare un programma di formazione per tutte quelle persone le cui competenze rischiano di diventare rapidamente obsolete.
  • Leadership for a digital and VUCA world. Cambiando modelli e organizzazioni, cambierà anche lo stile di leadership necessario a governarli. Ignorare questa realtà porterà al fallimento.
  • Engagement. Con 4-5 generazioni presenti contemporaneamente in azienda, sarà compito dell’ufficio HR creare una mentalità inclusiva e coinvolgente.
  • Personalization of HR. La employee experience dovrà essere sempre più personalizzata sul singolo dipendente, dal ruolo ai benefit, dall’orario di lavoro alle mansioni.
  • Organizational culture. Tutti i cambiamenti di cui si è parlato in precedenza richiederanno anche un cambio di cultura, guidato dall’ufficio HR.
  • Reskilling HR. Il dipartimento HR passerà da un ruolo operativo a uno strategico, da un ruolo marginale a uno di abilitatore del successo aziendale.

Leggi l’articolo completo.


Corriere del lavoro

Nelle tendenze HR per il 2020, il Corriere del lavoro vede una commistione tra novità e conferme.

  • Intelligenza Artificiale & HR. Se il 2019 è stato l’anno in cui i sistemi di Intelligenza Artificiale hanno iniziato a essere applicati sul lavoro, nel 2020 ci si aspetta una ulteriore maturazione, soprattutto per automatizzare alcuni processi di recruiting e onboarding.
  • Employer Branding. Nel 2020 le aziende più lungimiranti lanceranno campagne di marketing e branding per migliorare la propria reputazione come datori di lavoro.
  • Smart Working. Aumenta il lavoro a distanza, ragione per cui le aziende dovranno dotarsi di software in Cloud e sistemi digitali di monitoraggio delle performance.
  • Soft Skills. Con l’aumento dell’importanza data alle competenze trasversali aumentano anche gli strumenti a disposizione per misurarle.
  • Digitalizzazione del lavoro. Il mondo del lavoro è sempre più digitale e le aziende dovranno preparare i propri dipendenti al cambiamento.
  • Le risorse umane vengono coinvolte nella strategia. Liberati dalle attività più ripetitive (grazie alla tecnologia HR), i professionisti delle Risorse Umane avranno più tempo per attività ad alto valore aggiunto e strategico.
  • L’importanza strategica dei dati. La mole di dati a disposizione dei dipartimenti HR è ormai enorme. Diventa quindi indispensabile dotarsi di strumenti in grado di analizzarli per restituire insight e statistiche utili.
  • Apertura a mercati globali. Nel 2020 sarà indispensabile adottare soluzioni internazionali che abbattano le barriere linguistiche e aprano le porte a una forza lavoro globale.
  • Contenuti digitali mobile. Per vincere le ritrosie dei dipendenti sulla formazione le aziende dovranno mettere a disposizione contenuti digitali usufruibili anche da mobile.
  • Fatturazione elettronica e gestione dei salari. Tempo di sostituire i vecchi sistemi payroll on premise con software in cloud, più trasparenti, facili e sicuri.

Leggi l’articolo completo.


HRD Connect

Su HRD Connect vengono identificati 6 trend HR per il 2020.

  • The growth in Enterprise Leadership. Le aziende saranno sempre meno gerarchiche e si prediligerà un approccio collaborativo, in cui grande importanza avranno i team di lavoro. Ciò è legato anche alla maggiore considerazione data all’intelligenza emotiva rispetto al QI.
  • Gen Z. La nuova generazione di lavoratori ha caratteristiche peculiari che le imprese faranno bene ad assecondare. Per esempio, grandi capacità di multitasking ma bassa concentrazione potrebbero spingere le aziende a ridurre la durata delle riunioni. Rispetto ai Millennials, inoltre, i membri della generazione Z sono più individualisti e legati allo stipendio.
  • Social media and transparency. I social media sono sempre più utilizzati e negli ultimi 10 anni hanno raggiunto altri 2 miliardi di utenti. Per questo diverse aziende ne incoraggiano l’uso tra i dipendenti come strumento collaborativo. Allo stesso tempo, sono molte quelle che stabiliscono delle policy da rispettare per i dipendenti e/o richiedono loro di frequentare corsi di formazione sull’argomento.
  • Increase in Social Enterprise. Stando a uno studio citato, le imprese inglesi che perseguono valori condivisi crescono più velocemente della media. Le aziende non devono quindi pensare solo al profitto ma anche al proprio ruolo nella società e nel contesto locale.
  • Preparing for roles that don’t exist. I cambiamenti repentini nel mondo del lavoro richiederanno diverse iniziative da parte dell’ufficio HR. Per esempio, la creazione di un piano di formazione permanente, la redistribuzione di risorse interne, la ricerca e selezione di candidati particolarmente flessibili.
  • AI and Augmented Reality. Ancora una volta, sono queste le tecnologie più attese nel settore HR. In particolare, le aziende sembrano molto interessate alle potenzialità dei dispositivi indossabili (wearable devices).

Leggi l’articolo completo.


HRM Netherlands

Il portale digitale HRM Netherlands identifica per il 2020 7 trend emergenti nel mondo delle Risorse Umane.

  • Talent Acquisition & AI. Il recruiting si conferma l’area HR più sensibile all’arrivo dell’Intelligenza Artificiale.
  • Gig Economy. La Gig economy è in crescita e non può più essere considerata un mero sostegno alla forza lavoro. La sua espansione influenza anche il telelavoro.
  • Flexible Ways of Working / Remote work. Con la crescente globalizzazione e l’ingresso delle nuove generazioni nel mondo del lavoro, il lavoro flessibile e in remoto è destinato ad aumentare vertiginosamente. Compito dell’HR educare e guidare il management su come gestire e motivare team in remoto.
  • HR Data: metrics, analytics and data. Le metriche utilizzate dagli uffici HR diventeranno più sofisticate e i professionisti del settore dovranno sviluppare le relative competenze per tracciarle e interpretarle.
  • HR Outsourcing. Le attività più amministrative ed entry-level verranno sempre più esternalizzate ad agenzie. L’ufficio HR interno assumerà un ruolo strategico e di alto valore aggiunto, anche grazie alla maggiore diffusione di sistemi self-service per i dipendenti.
  • Reskilling of HR. Gli addetti HR si specializzeranno maggiormente e assumeranno un ruolo più strategico. Questo, insieme all’outsourcing delle attività più amministrative, porterà alla scomparsa dell’HR Generalist.
  • Employee Engagement. Questo trend del 2019 si conferma nel 2020, visto tutti i vantaggi dell’avere dipendenti coinvolti. Per migliorare l’engagement si punterà su piani di carriera, programmi di benessere, attenzione alla diversity e sistemi premianti.

Leggi l’articolo completo.


Human Resource Executive

Steve Boese, editorialista di Human Resource Executive, compie alcune riflessioni sul settore HR Tech. Ecco i 6 trend dell’HR Tech per il 2020 da lui identificati.

  • AI Tools Maturing. Per l’IA, trend consolidato già da alcuni anni nel settore Risorse Umane, il 2020 potrebbe essere quello della maturità, in cui inizierà a essere seriamente valutata la sua efficacia e il ritorno sull’investimento.
  • Employee Experience for the Win. I dipartimenti HR devono fare di tutto perché ogni punto di contatto tra dipendente e lavoro sia un’esperienza positiva. Nel settore HR Tech, questo vuol dire sviluppare interfacce facili e gradevoli da usare, pensate per l’utente finale più che per l’amministratore.
  • Don’t Sleep on VR. La realtà virtuale è sbarcata nel mondo HR nel 2019. Walmart, per esempio, la impiega nella formazione. Da ora in avanti, il suo utilizzo può solo farsi più frequente.
  • HR Technology for Me. Un po’ come avviene già in altri contesti, nel 2020 ci si aspetta che la tecnologia HR diventi ancora più flessibile e personalizzabile, di modo che ogni utente possa configurare a suo piacimento il proprio account e i propri dati.
  • A Return to Wellbeing. Con il confine tra vita e lavoro che si fa sempre più sfumato, ci sarà bisogno di tecnologie in grado di preservare il benessere del personale.
  • HR Tech Everywhere. Ci siamo abituati a usare Alexa, Siri ecc. per tante attività. Dal 2020 in poi ci aspettiamo che inizino a essere collegati anche alla tecnologia HR.

Leggi l’articolo completo.


Klein HR Solutions

Di cosa si parlerà negli uffici HR di tutto il mondo nel 2020? Klein HR Solutions identifica ben 20 trending topic.

  • Permanent Flexibility. Nel 2020 il gioco si fa duro e la flessibilità non può più solo riguardare alcuni aspetti, ma l’intero rapporto di lavoro.
  • Gig Economy. Continua la crescita di questo settore, con un futuro sempre meno fatto di lavoratori dipendenti.
  • Remote work will be even more remote. La globalizzazione e gli strumenti tecnologici di collaborazione a distanza apriranno ancora di più le frontiere alla ricerca del costo del lavoro più basso. Sarà frequente lavorare con colleghi che si trovano dall’altra parte del mondo.
  • English continues to be dominant in international business. L’inglese continuerà a essere la lingua globale del business.
  • HR Chatbots. Dopo la diffusione dei chatbot nel customer support e nel recruiting, inizieranno a essere utilizzati anche nel rapporto con i dipendenti, soprattutto nel processo di onboarding.
  • Gamification. Già un trend da diversi anni, la gamification sarà applicata soprattutto alla mappatura delle competenze.
  • Reskilling of Jobs. Per restare al passo con la digitalizzazione, ci sarà bisogno di aggiornare i dipendenti sulle ultime novità o rivolgersi a freelance.
  • Data-Driven HR. Nonostante la grande quantità di dati a disposizione, soprattutto nel recruiting, il suggerimento è quello di non farsi guidare ciecamente.
  • Automation and A.I. L’intelligenza artificiale è una preziosa alleata del recruiter, che però non deve rinunciare a sfruttare il proprio network quando va alla ricerca del candidato migliore.
  • Continuous Performance Management. Per favorire la produttività, gli incontri tra manager e dipendente tenderanno a diventare più ravvicinati, ogni settimana o ogni due.
  • Incentivized Healthcare. Il numero di azienda che eroga benefit legati al benessere dei dipendenti continuerà a crescere.
  • Greater Disposable Income. Grazie alla tecnologia e alla crescita della classe media nel mondo, sarà possibile creare nuove nicchie di prodotto di successo.
  • Universal Basic Income. Non solo in Italia, anche in Olanda, Finlandia e nell’Ontario si stanno compiendo esperimenti sul reddito minimo garantito, di varia natura. Ovunque il dibattito su pro e contro è acceso.
  • Slack & WhatsApp overtake Outlook. Le catene di email saranno sempre più sostituite da chat di gruppo, più rapide.
  • On the Job Training becomes standard. Grazie al supporto di nuove tecnologie (Gamification, Realtà Aumentata ecc.) l’onboarding sarà più rapido e i nuovi dipendenti potranno diventare operativi in pochi giorni se non ore.
  • Shrinking HR Teams & Outsourced HR. Tra i trend Risorse Umane identificati per il 2020, anche il rimpiccolimento dei team HR interni e il maggiore ricorso a soluzioni HR in outsourcing.
  • HR becomes involved in strategy. Continuiamo a sperarci ogni anno. Il 2020 sarà l’anno buono perché l’HR si sieda al tavolo che conta?
  • Smartphones & Tablets > Laptops & Desktops. L’uso sempre più massiccio degli smartphone come strumento di lavoro può costituire un problema per tutti quei dipartimenti HR che lavorano in settori con grande attenzione per la privacy.
  • Individuals become brands. Brands leverage individuals. Tempo di contare il numero di follower di un candidato per valutarlo?
  • Personal Accountability. Got a problem? Google it, don’t bother me with it. I manager si aspetteranno dai dipendenti una certa indipendenza, soprattutto nelle questioni digitali di base.

Leggi l’articolo completo.


Masvoz

Secondo lo staff di Masvoz, i trend HR del 2020 saranno influenzati soprattutto da 2 fattori: la trasformazione digitale e la compresenza in azienda di millennials e generazione Z. Ecco le 7 tendenze identificate.

  • Create A Great Employee Experience. Fornire un’esperienza più che soddisfacente a tutti i dipendenti – tenendo in considerazione sia gli spazi fisici che la tecnologia e i tool a disposizione – sarà fondamentale per assumere e trattenere i migliori talenti.
  • Use An Agile Approach To Recruit Employees. L’approccio agile, tipico dello sviluppo software, sarà utilizzato anche nel recruiting e nella formazione.
  • Create Spaces That Promote Culture. Fornire un ambiente di lavoro perfettamente flessibile aumenta l’engagement dell’88%.
  • Apply A Consumer-marketing Goal To HR. Come i professionisti del marketing sfruttano dati e statistiche per ottimizzare i processi di vendita, così l’ufficio HR dovrà continuamente affinare le proprie strategie per renderle più efficienti.
  • Introduction Of Pilot Chatbots In HR. Tempo di sperimentare l’uso dei chatbot dotati di IA anche nel rapporto con i dipendenti.
  • Prepare For New Roles In Human Resources. Soprattutto per via dell’impiego dell’IA per i task più ripetitivi, ci saranno significativi cambiamenti nei ruoli HR, che diventeranno più specializzati.
  • Focus On Team Development. In futuro ci si dedicherà più allo sviluppo di team di lavoro in grado di lavorare bene insieme che alla formazione di singoli individui.

Leggi l’articolo completo.


People Matters

Tra i tanti trend HR da tenere d’occhio nel 2020, People Matters si sofferma su 3 tendenze già attive da diversi anni.

  • Employee Engagement. Le imprese hanno ormai imparato come un alto livello di coinvolgimento dei dipendenti aumenti la produttività e la retention del personale. Nel 2020 dovranno sfruttare smartphone, social media, wearable devices ecc. per aumentare ulteriormente il livello di engagement.
  • Automation and Artificial Intelligence. L’IA, applicata soprattutto al recruiting, fornirà nuovi strumenti di pre-screening che aiuteranno le aziende a selezionare per merito.
  • Human Resource Analytics. Prendere decisioni basandosi su dati e non sull’istinto. È questo lo scopo ultimo degli HR Analytics, sempre più sofisticati e affidabili.

Leggi l’articolo completo.


Software advice

Su questa testata Brian Westfall, dopo aver parlato con numerosi professionisti del settore, si lascia andare a 6 previsioni per l’HR nel 2020.

  • In-house HR will downsize and outsourcing will increase. La maggiore partecipazione dei dipendenti grazie alla tecnologia self-service e la maggiore efficienza dei software faranno sì che i team HR interni andranno rimpicciolendosi, con diverse attività – soprattutto a scarso valore aggiunto – che verranno date in outsourcing. La gestione dei benefit, per esempio, sarà sempre più affidata a piattaforme esterne.
  • Strategic thinking will become in-house HR’s new core competence. Il nuovo ufficio HR, più ridotto, avrà soprattutto un ruolo di partner strategico in azienda, lavorando a stretto contatto con il management e acquisendo competenze legate alla gestione del business.
  • The pendulum will swing back to the specialist. Nei prossimi anni, ci sarà maggior bisogno di HR specialist, mentre la figura dell’HR Generalist potrebbe persino scomparire.
  • HR will increasingly utilize analytics and big data to augment its value to the firm. Per parlare il linguaggio del business gli uffici HR avranno sempre più bisogno di dati e statistiche, con un ricorso sempre maggiore ad analytics e big data.
  • Managing a remote workforce will be the new norm. Gestire un organico che lavora sempre più in remoto sarà una sfida complessa per l’HR e i manager. Bisognerà modificare il paradigma mettendo al centro il risultato e gli obiettivi. La tecnologia e l’automatizzazione saranno di grande aiuto.
  • HR will need to become more like Marketing. I professionisti HR adotteranno tecniche e strategie tipiche del marketing, per esempio nell’identificazione di nicchie di talenti da coltivare o nella promozione del brand all’interno e all’esterno dell’azienda.

Leggi l’articolo completo.


Sympa

Sympa raggruppa le nuove tendenze HR del 2020 in 4 Hot Topic, procedendo con una approfondita analisi che vi consigliamo di leggere nell’articolo originale.

  • HR Analytics trends. Nel 2020 è ora di passare dalla teoria alla pratica. Non a caso, secondo LinkedIn sempre più professionisti HR inseriscono le HR analytics tra le loro competenze.
  • Upcoming Technologies and HR. Secondo Sympa, le tre nuove grandi tecnologie che influenzeranno il settore HR sono la Robotic Process Automation, che utilizza software “intelligenti” per eseguire in modo automatico le attività ripetitive, l’Intelligenza Artificiale e la Realtà Virtuale.
  • New Work and Millennials. La forza lavoro nei prossimi anni sarà composta prevalentemente da Millennials, che danno importanza soprattutto alla flessibilità, alla comunicazione e ai valori aziendali. Inoltre, si diffonderanno sempre più modelli organizzativi poco gerarchici, complice la crescita della Gig economy.
  • Focus on your employees. Ancora una volta si parla soprattutto di employee experience e di quanto sia importante curare tutti i touch point tra azienda e dipendente. I vantaggi, dalla produttività alla salute, dalla retention all’employer branding, sono evidenti.

Leggi l’articolo completo.


Thrive Global

Secondo Thrive Global, molti trend che riguardano il posto di lavoro stanno finalmente passando da emergenti a consolidati. Ne indica 7 particolarmente rilevanti:

  • Artificial Intelligence. Invece di essere sostituiti da robot, nel 2020 avremo modo di constatare quanto l’utilizzo dell’IA possa migliorare la nostra esperienza lavorativa, aumentando l’efficienza del business.
  • Environmental Consciousness. La consapevolezza sui temi ambientali non è mai stata così forte. L’ufficio HR e i leader aziendali avranno il compito di dare il buon esempio e sensibilizzare i colleghi incoraggiando il riciclo, limitando il pendolarismo ecc.
  • Schedule Flexibility. I lavoratori di oggi esigono flessibilità prima di tutto ed è compito del datore di lavoro e del dipartimento HR garantirla, trovando le giuste modalità per responsabilizzare i dipendenti.
  • Mental Health Awareness. Il benessere mentale gioca un ruolo importante nella performance di un dipendente. Meglio quindi offrire supporto anche dal punto di vista mentale.
  • Human Resource Allocation. Molti dei cambiamenti sul lavoro vedranno protagonista il dipartimento Risorse Umane. Per questo sarà un anno in cui investire e allocare maggiori risorse in quest’ambito.
  • Hiring Efficiency. I tanti strumenti di pre-screening che stanno rivoluzionando il mondo del recruiting ne aumenteranno l’efficienza, liberando tempo per intervistare le persone giuste.
  • Training Resources. Grazie alla varietà d’offerta, il datore di lavoro potrà offrire ai dipendenti esperienze formative di qualità e, soprattutto, personalizzate.

Leggi l’articolo completo.




Credito fotografico: ©AndreyPopov/Adobe Stock

Post correlati

Iscriviti al nostro Blog

Ricevi via email i nostri articoli sul mondo delle Risorse Umane, una volta al mese.